Area News

19/10/2016

Travel Along the Belt and Road: Dalla Cina al mondo

Un viaggio attraverso la cultura del Baiju. Focus principale dell’evento è stato un percorso attraverso culture e sapori antichi e moderni. La cultura del Baiju insieme alla ceramica, alla seta e alle arti marziali, è tra le attrazioni che da sempre contribuiscono ad aumentare il fascino e l’unicità del Patrimonio Culturale Cinese. Con oltre 1000 anni di storia alle spalle, il Baiju risale alla dinastia Song e deve la sua fama a cinque semplici ingredienti: mais, glutine, miglio, sorgo e riso glutinoso. Accanto al Brandy e al Whiskey, il Baiju viene universalmente riconosciuto come uno dei sette distillati più popolari al mondo, la cui produzione supera addirittura quella della Vodka. Un antico detto cinese attribuisce al Baiju magiche proprietà benefiche per la salute in grado di preservare il benessere psicofisico di coloro che sono soliti farne uso. Nello specifico, viene miscelato accanto ad erbe quali ginger e liquirizia e applicato localmente come unguento medico.  Il distillato è stato inoltre riconosciuto come una delle cinque invenzioni cinesi più determinanti ed influenti e nel giugno del 2008 è stato premiato come una parte dell’intangibile patrimonio culturale nazionale cinese.
One Belt, One Road. “Link the World, Access the Future” è questo il claim che si fa portavoce della terza stagione del progetto “Travel along the Belt and Road”, promosso da Xinhua, l’agenzia stampa ufficiale della Repubblica Popolare Cinese. L’iniziativa è stata largamente sostenuta dal Presidente cinese Xi Jinping nonché dal Ministro degli Affari Esteri. L’obiettivo è quello di creare e consolidare un ponte fra culture incoraggiando incontri e scambi tra Oriente e Occidente.
Wuliangye domina il mercato. L’Azienda Wuliangye, in quanto maggiore produttrice di questa bevanda liquorosa, ne celebra ufficialmente il lancio nel mercato internazionale. Il White Spirits viene prodotto nella cittadina Yibin (cinese: 宜宾; pinyin: Yíbīn), una città-prefettura della provincia del Sichuan, situata sulla stessa latitudine della regione viticola di Bordeaux. La città, visto il suo clima altamente favorevole per la proliferazione di funghi adatti alla doppia fermentazione del Baiju, è stata riconosciuta da UNESCO e FAO come la regione più idonea e appropriata per la produzione di uno spirits di alta qualità certificata. 

Allegato 1: CS Bilingual Version.doc

In Fondazione

I Soci

Iscriviti alla Newsletter della
FONDAZIONE ITALIA CINA

Fondazione Italia Cina

Via Clerici, 5 - 20121 Milano - Italia
Tel +39 02 72000000
info@italychina.org

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.